Approfondimento

Bandi e incentivi per l'internazionalizzazione

 

 

In un mondo in continuo sviluppo, anche le aziende sentono la necessità di espandere il proprio mercato all’estero. Con il termine internazionalizzazione si intende quel processo mediante il quale le imprese estendono i loro rapporti all’estero con nuove aziende, consumatori e fornitori, con l’obiettivo di vendere, produrre, acquistare materie prime o trovare nuove fonti di finanziamento.

 

Cosa sono i bandi (finanziamenti/agevolazioni) per l’internazionalizzazione

Per aiutare le imprese nei loro processi di internazionalizzazione (vendita dei propri prodotti all’estero, ricerca nuovi fornitori, apertura di nuove sedi, etc.) esistono diversi strumenti di finanza agevolata promossi da varie istituzioni (Regioni, Ministero dello Sviluppo Economico, Camere di Commercio, etc.). All’interno dei singoli bandi sono pubblicati i destinatari a cui si rivolgono, la tipologia di agevolazione (contributo a fondo perduto, finanziamento, etc.) prevista, i progetti ammissibili, le tempistiche di apertura / chiusura.

Cosa finanziano le agevolazioni

Essendoci diverse tipologie di agevolazioni, vi sono naturalmente anche diversi tipi di finanziamenti. Di seguito presenteremo una lista non esaustiva delle recenti misure in essere nell’ultimo biennio, con i relativi finanziamenti.

Requisiti per accedere ai finanziamenti

Possono accedere ai finanziamenti tutte le imprese italiane. Nei bandi regionali, possono partecipare solo le imprese con sede legale in quella regione (in alcuni bandi, sono ammesse anche le sole sedi operative). Per particolari clausole di inammissibilità, è necessario controllare il decreto del bando.

 

L'intervento di Pigreco Consulting

Pigreco Consulting sviluppa progetti finanziati con fondi pubblici dell’Unione Europea, SACE SIMEST, Bandi ministeriali, regionali e camerali. In collaborazione con i principali operatori nell’ambito dell’internazionalizzazione, i nostri esperti offrono soluzioni su misura in base alle esigenze espresse dalla clientela.

 

Diversi tipi di agevolazione

Voucher per l'internazionalizzazione

Il voucher internazionalizzazione è destinato a tutte le micro e piccole imprese (MPI) con l’obiettivo di espandersi o rafforzarsi sui mercati esteri.
Il voucher internazionalizzazione finanzia le spese sostenute per usufruire di consulenze da parte di Temporary Export Manager (TEM) con competenze digitali. Tale consulenza deve prevalentemente riguardare l’analisi e la ricerca di mercati esteri, nonché l’individuazione e l’acquisizione di nuovi clienti, una serie di attività di integrazione nei canali di marketing online e gestione dei flussi logistici.

[/fusion_text][/fusion_builder_column]

Le misure SIMEST per l'internazionalizzazione

SIMEST è la società del Gruppo Cassa depositi e prestiti che dal 1991 sostiene la crescita delle imprese italiane attraverso l’internazionalizzazione della loro attività.

Opera attraverso finanziamenti per l’internazionalizzazione, il supporto del credito alle esportazioni e la partecipazione al capitale di imprese.

Questo fondo è gestito da SIMEST con l’obiettivo di finanziare con un tasso agevolato e un contributo a fondo perduto i diversi programmi per il sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese, specialmente di fronte alla pandemia da Covid-19. Diverse sono le attività finanziabili.

Finanzia lo sviluppo di soluzioni di e-commerce attraverso l’utilizzo di un market place, o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria. I progetti devono riguardare beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.
Finanzia la partecipazione a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia.
Finanzia la realizzazione di investimenti volti a favorire la Transizione Digitale (almeno il 50% del totale del finanziamento) ed Ecologica delle PMI e promuoverne la competitività sui mercati esteri.
Finanzia prestazioni di consulenza specialistica rese da un temporary export manager qualificato, indipendente e iscritto nell’elenco ministeriale dei manager qualificati, o una società abilitata dal Ministero allo svolgimento degli incarichi manageriali;
Finanzia a tasso agevolato le spese per la realizzazione di uffici, show room, negozio, corner, centri di assistenza post-vendita in un Paese estero e relative attività promozionali; finanzia inoltre le spese di un magazzino e un centro di assistenza post-vendita anche in Italia se accessori al programma di internazionalizzazione.

Finanzia a tasso agevolato le spese di personale, viaggi e soggiorni per la redazione di studi di fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali in Paesi esteri.

L’interesse di regione Lombardia verso l’internazionalizzazione

Uno degli obiettivi più rilevanti di regione Lombardia è quello di promuovere lo sviluppo del business lombardo nei mercati esteri, anche a fronte della pandemia di Covid-19.Tra le numerose misure di supporto per le PMI, Regione Lombardia si è impegnata nei progetti e bandi di internazionalizzazione quali il “Bando Linea Internazionalizzazione”, “inBuyer2020”, “E-Commerce”, “Outgoing2020” e “Lombardia Point 2020”.

Finanzia la partecipazione ad una o a più fiere con qualifica internazionale, inserite nel calendario fieristico regionale (intese come fiere distinte o come diverse edizioni).
Finanziano la partecipazione a fiere internazionali che si svolgono in Lombardia nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 31 dicembre 2022.


Vuoi avere maggiori informazioni?

Ti invitiamo a contattarci mediante il seguente modulo:

    Voglio essere contattato via emailVoglio essere contattato telefonicamente (assicurarsi di aver inserito il recapito telefonico)