NEWS

INDUSTRIA 4.0:

Il decreto Milleproroghe sposta al 30 novembre 2023 il termine per effettuare gli investimenti

Il decreto Milleproroghe sposta al 30 novembre 2023 il termine per il completamento degli investimenti in beni strumentali 4.0 prenotati entro il 31/12/2022.

Con la pubblicazione del 27 febbraio in G.U., della legge di conversione del decreto Milleproroghe (Dl 198/2022) arriva un’importante novità per il credito d’imposta “Transizione 4.0” concesso per gli investimenti in beni strumentali tecnologicamente avanzati: sono previsti due mesi in più per il completamento degli investimenti in beni materiali 4.0 prenotati entro il 31 dicembre 2022, a condizione che l’ordine dei beni strumentali sia stato accettato dal venditore entro la data del 31 dicembre 2022, con avvenuto pagamento di almeno il 20% del costo di acquisizione.

È stato quindi spostato al prossimo 30 novembre il termine ultimo per l’ultimazione degli investimenti in beni materiali 4.0 prenotati nel 2022.

…Ma ricapitoliamo:

Inizialmente l’agevolazione – credito d’imposta per i beni materiali 4.0 (ricompresi nell’allegato A) annesso alla legge di bilancio 2017 (legge n. 232 del 2016) – era riconosciuta a decorrere dal 1° gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2022, a condizione che, entro il 31 dicembre 2022 il relativo ordine risultasse accettato dal venditore e fosse avvenuto il pagamento di acconti di almeno il 20% del costo di acquisizione e con ultimazione dell’investimento entro il 30 giugno 2023.
Il comma 423 della Legge di Bilancio 2023 ha poi previsto una prima proroga dei termini per la consegna di tali beni, ordinati nel corso nel 2022, dal 30 giugno 2023 al 30 settembre 2023.
Con il nuovo emendamento si estende ora dal 30 settembre al 30 novembre 2023 l’orizzonte temporale della disciplina del credito di imposta riconosciuta dall’articolo 1, comma 1057, della legge di bilancio 2021 (legge n. 178 del 2020).

La proroga vale anche per i beni ordinari:

Il limite del 30 novembre 2023 viene posto anche per completare gli investimenti in beni materiali e immateriali ordinari (comma 1055 della Legge 178/2020), prenotati nel 2022.

Non varia il termine per i beni immateriali 4.0:

Non cambia invece il termine per sostenere gli investimenti in beni immateriali 4.0 (ricompresi nell’Allegato B legge 232/16), prenotati nel 2022 con conferma d’ordine e acconto almeno pari al 20% versato al fornitore entro il 31/12/2022, che rimane fissato al 30 giugno 2023.

Scopri quali sono state le variazioni circa il Credito d’Imposta a partire dal 2023, Leggi qui.

Potrebbe interessarti anche conoscere le nuove agevolazioni:
SABATINI GREEN
LINEA ATTRAZIONE INVESTIMENTI
LINEA GREEN
LINEA SVILUPPO AZIENDALE

Continua a seguirci sulla nostra pagina LinkedIn e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato sulle novità agevolative e conoscere insieme ai nostri consulenti quelle che fanno al caso tuo.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI RIVOLGITI A PIGRECO CONSULTING

    Voglio essere contattato via emailVoglio essere contattato telefonicamente (assicurarsi di aver inserito il recapito telefonico)

    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

    SIMEST: in arrivo nuovi strumenti agevolativi per l’internazionalizzazione delle imprese

    Con la presentazione del “Piano Strategico 2023 – 2025” di SIMEST è stato annunciato un articolato programma di attività finalizzato a rafforzare gli strumenti agevolativi per l’internazionalizzazione delle imprese, favorendone uno sviluppo economico, sociale e ambientale del Made in Italy.

    2023-03-02T11:42:07+01:002 Marzo 2023|